Sapore/aroma e conservazione del Prosciutto Consorcio Serrano

Conservazione del Prosciutto Consorcio Serrano

Un adeguato processo di conservazione del prosciutto serrano garantisce che le qualità organolettiche e sensoriali si mantengano a lungo. Il Prosciutto Consorcio Serrano è un prodotto a base di carne, sottoposto a un processo di stabilizzazione e stagionatura, per cui è un alimento in costante evoluzione. Ciò significa che, nonostante sia un prodotto stabile a temperatura ambiente, è necessario mantenere una serie di condizioni di conservazione per un miglior consumo e un’ottima degustazione.

I passi da seguire per una corretta conservazione del prosciutto serrano variano a seconda del formato di presentazione.

Conservazione del Prosciutto Serrano: pezzo intero.

Per la conservazione di un pezzo intero di Prosciutto Consorcio Serrano bisogna considerare:

  • Il pezzo di prosciutto serrano ha generalmente un peso medio di 7,5 kg per cui si deve disporre di un ampio spazio, sia per conservarlo che per tagliarlo.
  • Conservare il pezzo di prosciutto serrano preferibilmente appeso, o al tetto o alla parete, ma sempre in un luogo secco, pulito, fresco, ventilato e con una temperatura ambiente tra i 12 e i 20ºC e con la minor luce possibile.
  • I pezzi di prosciutto serrano non devono mai stare sul suolo né impilati uno sull’altro: dobbiamo far sì che passi l’aria tra loro.
  • È opportuno non conservare il prosciutto serrano vicino ad alimenti che possono emanare un odore forte e intenso, qualunque sia la loro origine (latticini come formaggi forti, frutta, conserve di pesce, ecc.). Il prosciutto serrano è sensibile agli odori intensi.
  • Fino al momento del taglio, è opportuno mantenere il pezzo di prosciutto serrano coperto con speciali tessuti di cotone, per evitare che entri in contatto con insetti o altri parassiti. Inoltre, questi tessuti devono permettere il passaggio dell’aria affinché il prosciutto respiri e non formi muffe.
  • Se il grasso del pezzo di prosciutto serrano appeso si fonde, è consigliabile utilizzare un cono per raccoglierlo affinché tale grasso non cada al suolo.
  • Dopo aver iniziato il taglio, è consigliabile coprire la sua superficie con alcuni pezzi di guanciale estratti dallo stesso prosciutto serrano. In questo modo, la carne si mantiene sempre fresca, evitando il rischio di un possibile essiccamento sulla superficie del taglio. Infine, si consiglia di coprire tutto il pezzo con un panno da cucina pulito.

Conservazione del prosciutto serrano: disossato (parti centrali, mezzi centri e fette)

Nella conservazione dei prosciutti disossati e affettati si consiglia di considerare quanto segue:

  • Per conservarlo e manipolarlo correttamente devono essere utilizzati materiali appropriati come guanti di plastica e carta per uso alimentare autorizzati, entrambi protetti da imballaggi di plastica non igroscopica o che assorba umidità.
  • Una volta aperto il prodotto per il suo utilizzo, va protetta anche la superficie di taglio, preferibilmente con una pellicola per alimenti, sottile e trasparente.
  • Le parti centrali disossate e le porzioni a fette devono essere conservate a una temperatura di refrigerazione tra i 2 e i 10ºC.
  • I prosciutti disossati, una volta acquistati, si possono suddividere e confezionare separatamente, rispettando sempre quanto stabilito nei punti precedenti.
  • Rispetto al limite delle date di consumo, si devono rispettare sempre le indicazioni del fabbricante. In termini generali, il tempo di consumo preferibile in pezzi disossati e confezionati oscilla tra i 3 e i 6 mesi.
  • Normalmente le fette di prosciutto serrano confezionate offrono una maggiore durata. Al contrario, le fette appena acquistate devono essere conservate nelle condizioni precedentemente menzionate ed essere consumate in un periodo non superiore ai 2-3 giorni.

Il prosciutto serrano è una delizia, sia gastronomica che culturale, un prodotto gourmet dall’antichità ai giorni nostri. Un grande rappresentante di una tradizione, di una società e di una cultura che convertono la gastronomia in arte.

La sua combinazione unica di proprietà e caratteristiche organolettiche rende il prosciutto serrano un prodotto squisito e perfetto da degustare in ogni occasione, sia quotidianamente che durante le occasioni speciali.

Esistono vari fattori che determinano il caratteristico sapore del prosciutto serrano, tra questi ne vanno risaltati 2:

  • Da una parte, la selezione della materia prima che determina per le sue caratteristiche genetiche, infiltrazioni di grasso, ecc., le qualità di base del prodotto.
  • Dall’altra, il processo di stagionatura tradizionale, che va dalla corretta salatura fino alla stagionatura in cantina. Gli aromi e i sapori maturano poco a poco con l’asciugatura e la perdita di peso che permette di concentrare nella carne la sua caratteristica consistenza e succosità.
  • Nel caso del Prosciutto Consorcio Serrano, la stagionatura minima garantita è di 45 settimane. Ciò fa sì che i sapori e gli aromi si sviluppino e fissino al meglio in ogni prosciutto serrano.

 

Il prosciutto serrano è un alimento dall’alto valore nutrizionale, consigliato per ogni tipo di dieta. L’inconfondibile sapore, la gradevole consistenza e l’esclusivo aroma del Prosciutto Consorcio Serrano sono apprezzati dai palati più curiosi e raffinati. La sua eccellente qualità lo rende il miglior prosciutto serrano spagnolo.

Quindi, è molto importante conoscere come conservarlo e presentarlo per il suo consumo.